Pergola Bioclimatica: un rifugio pronto da installare

In principio era il pergolato. Un particolare sistema di coltivazione fatto di telai e sostegni, rigorosamente in legno, divenuto poi un immancabile simbolo delle case aristocratiche. Proprio questa tendenza, in voga fin dai tempi dell’Impero Romano, ha dato origine alle odierne pergole, chiamate anche pompeiane: dei veri e propri rifugi dal caos quotidiano, immersi nella natura e al tempo stesso protetti da quegli stessi elementi naturali che sono di ostacolo al nostro riposo, come il sole e il vento.

Un’immagine del genere è già idilliaca in sé, ma può diventare ancora più invitante se solo alla parola “pergola” si aggiunge l’aggettivo “bioclimatica”. Una struttura minimamente invasiva, concepita nel pieno rispetto dell’ambiente, che offre vantaggi straordinari rispetto al pergolato tradizionale. Tanto per cominciare, la copertura di una pergola bioclimatica è formata da un sistema di lamelle regolabili a mano o automaticamente, che permettono di moderare l’esposizione alla luce del sole in base alle esigenze e anche di chiudere completamente la pergola in caso di pioggia.

Una pergola bioclimatica allestita con componenti a LED a risparmio energetico

Un piccolo rifugio personalizzabile, insomma: ma dove può essere posizionato? Esistono due categorie principali di pergole bioclimatiche: quella “addossata“, ossia installata in continuità con una casa o un qualsiasi altro edificio, e quella “isolata“, presente negli ambienti esterni (giardino, terrazzo, patio…).

Entrambe le soluzioni presentano non pochi vantaggi, tra cui quello di mantenere un clima sempre moderato all’interno dell’abitazione (nel caso della pergola addossata) o di poter organizzare una piacevole serata all’aperto in qualsiasi condizione atmosferica (nel caso della pergola isolata). Ad ogni modo, data la sua facilità di trasporto e di montaggio, la pergola bioclimatica offre un ulteriore straordinario vantaggio: non è richiesto alcun permesso speciale per la sua installazione.

Non resta molto da fare, insomma, a parte pensare già alla posizione e all’utilizzo ideale per la nostra pergola. Oltre alle caratteristiche sopra elencate, ci sono tanti altri optional che possono venire incontro alle esigenze del cliente: tra questi, la possibilità di installare delle luci al LED nella struttura, per le nostre serate all’aperto. Le lamelle, inoltre, possono essere ricoperte sul lato interno con poliestere espanso, un materiale che riduce al minimo il rumore delle gocce di pioggia nelle giornate di maltempo.

Insomma, la pergola bioclimatica è il nuovo piccolo rifugio di cui avremo sempre più bisogno. Da una naturale evoluzione dei pergolati, luoghi ideali per le passeggiate romantiche, è nato uno spazio dedicato totalmente al relax e alla fuga dal caos moderno. Il tutto nel pieno rispetto dell’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *